cerca
Social
_

1 dicembre 2015
Grandissimo successo per l'incontro con l'alpinista che ha scalato 12 delle 14 cime oltre gli 8000 metri del pianeta.

L’alpinista ha scalato 12 delle 14 vette sopra gli ottomila metri, in cordata con il marito Romano Benet, unica coppia al mondo ad aver realizzato tale impresa, portata a termine senza l’ausilio di bombole di ossigeno e senza l’impiego di portatori di alta quota.

Nell’incontro, curato dalla giornalista Margherita Reguitti, Nives Meroi ha raccontato il suo rapporto con la montagna da un punto di vista atletico e spirituale. Sfogliando il suo album di fotografie - scattate anche durante l’ultima salita sul Kangchendzonga,  terza vetta più alta del mondo e protagonista del suo secondo libro, dal titolo “Non ti farò aspettare” - ha ripercorso i pensieri, la fatica e la gioia di essere in pace e in equilibrio con se stessa e con l’immensità della montagna. Ma anche la lotta vittoriosa contro la malattia del marito, che Nives definisce “il quindicesimo ottomila”. 

L’appuntamento è stato organizzato dalla Fondazione Carigo in collaborazione con la Biblioteca Statale Isontina, il Centro Culturale Incontro della Parrocchia di  San Rocco e il Libro delle 18.03, è a ingresso libero.