cerca
Social
_

23 dicembre 2013

I contributi concessi dalla Fondazione saranno assegnati a 21 progetti culturali legati al Centenario della Grande Guerra.

Cinquantamila euro, per 21 differenti proposte culturali legate al Centenario della Grande guerra. A tanto ammonta il contributo concesso dalla Fondazione Carigo, su richiesta e in collaborazione con la Provincia, per le associazioni culturali del territorio che hanno elaborato dei progetti specifici pensati per il 2014.
Ieri nella sede di via Carducci è stato presentato il dettaglio dei contributi distribuiti a 21 sodalizi tra gli 81 che hanno presentato una domanda alla Provincia, da un minimo di 900 euro a un massimo di 5mila euro. Si tratta di proposte che hanno tutte una serie di caratteristiche comuni, come ad esempio la capacità delle associazioni di mettere in rete più soggetti diversi, la possibilità di attrarre un gran numero di persone, la ripetibilità in futuro delle iniziative o le ricadute positive (economiche, turistiche, culturali) per il territorio. «Nel giugno del 2012 abbiamo dato vita ad una sorta di pianificazione per gli eventi legati al centenario – ha spiegato l'assessore provinciale alla Cultura Federico Portelli -, coinvolgendo almeno una cinquantina di associazioni dell'Isontino, e non solo. Poi abbiamo fatto domanda alla Fondazione per i contributi, ed abbiamo ottenuto 50mila euro, che abbiamo distribuito infine in base alle scelte effettuate da una commissione mista formata da componenti della Fondazione e della Provincia».
La commissione ha valutato in totale 81 progetti da parte di associazioni, e ne ha premiati 21, quelli che più rispondevano alle caratteristiche che abbiamo già elencato, giudicate fondamentali. Non si voleva infatti distribuire i fondi a pioggia, ma concederli a progetti che li meritassero, evitando anche doppioni. Ora le associazioni che hanno ottenuto i contributi saranno chiamate a stilare un calendario delle loro proposte, possibilmente confrontandosi ed evitando sovrapposizioni, in modo che poi la Provincia e la Fondazione possano pubblicizzarli attraverso i loro mezzi.
I progetti che più hanno attirato l'attenzione della commissione hanno ottenuto un contributo di 5mila euro ciascuno. Sono, ad esempio, la realizzazione di un Gioco dell'oca, con il coinvolgimento di artisti, che abbia a tema la guerra ed il territorio, promosso dall'associazione Prologo di Gorizia con un occhio rivolto ai più piccoli. Gradiscaè ha invece presentato una serie di meeting multimediali dal titolo Fritz Weber, l'occhio del nemico, mentre il Centro per le ricerche archeologiche e storiche del Goriziano completerà l'allestimento del piazzale e della casermetta in cima al monte Sabotino. Infine, 5mila euro anche per l'associazione Incanto di Capriva, che formerà un gruppo artistico-popolare specializzato nell'esecuzione di canti popolari della Prima guerra mondiale.