cerca
Social
_

10 dicembre 2010
ore 12 conferenza presentazione Progetto integrazione alunni disabili della provincia di Gorizia

E’ stato presentato questa mattina presso la sede della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia il Progetto di Integrazione per gli alunni disabili della provincia di Gorizia per l’a.s. 2010/2011, che consentirà di implementare le azioni di fattivo inserimento degli allievi certificati (fruitori delle previdenze previste dalla L. 104/92) che presentano situazioni di particolare complessità sia a livello territoriale sia di ordine clinico-patologico.
E’ il quinto anno consecutivo che la Fondazione finanzia questo progetto, particolarmente importante in una provincia dove, agli allievi certificati ai sensi della L. 104/92 che sono 454, pari al 2,6%, si affiancano i disabili extra-comunitari o provenienti da altre regioni (il fenomeno del trasfertismo ha profondamente modificato il tessuto socio-culturale-economico isontino), determinando situazioni di nuove emergenze. Va inoltre tenuto conto della generalizzata situazione di aggravamento delle patologie certificate, della composizione di classi con alta eterogeneità di livelli di base e di classi numerose anche in presenza di più allievi certificati.
Anche per l’anno in corso la Fondazione Carigo ha stanziato euro 80.000 a sostegno dei progetti di integrazione attivati dai 27 istituti scolastici della provincia, progetti che si affiancano e si integrano con quelli ordinari garantiti dallo Stato.
Partners dell’iniziativa sono l’Ambito Basso e Alto Isontino, la Consulta Provinciale Disabili della Provincia di Gorizia, rappresentata dal dott. Mario Brancati, l’Ass n. 2 “Isontina” e l’Ufficio Scolastico Provinciale, rappresentato dal Dirigente, prof. Pietro Biasiol. Il Gruppo di lavoro costituito fra questi enti individua i criteri di priorità delle assegnazioni alle scuole, che tengono conto sia del numero di allievi certificati iscritti, sia delle risorse professionali e finanziarie specifiche e di improvvise situazioni di difficoltà riferita all’handicap. Vengono monitorate durante il corso dell’anno scolastico le singole iniziative finanziate, se necessario riprogrammate, e l’esito è alla fine verificato per ogni progetto.
Il Presidente della Fondazione Carigo, avv. Obizzi, evidenziando che questo intervento va ad incrementare le importanti risorse già stanziate per i giovani e l’istruzione, ha sottolineato come la Fondazione di Gorizia sia stata la prima, a livello nazionale, a dare il via a questi percorsi provinciali di sostegno per le scuole, che da quest’anno anche la Fondazione CRUP ha introdotto per quanto riguarda le province di Udine e Pordenone, proprio sulla base dei buoni risultati già sperimentati nell’isontino.